Ciò che distingue gli atomi di un elemento da gli atomi di un altro?

Ciò che distingue gli atomi di un elemento da gli atomi di un altro?


Un atomo è la più piccola unità di un elemento. Gli elementi sono sostanze chimicamente semplici che non possono essere suddivisi ulteriormente, ma possono essere uniti insieme per formare composti. Gli elementi noti sono tutti disposti sulla tavola periodica degli elementi, iniziando con idrogeno in primo luogo e termina con ununoctium nel punto 118. I numeri gli elementi sono elencati in base sono noti come i loro numeri atomici. Una tavola periodica comprende anche peso atomico nella casella di visualizzazione dell'elemento.

Struttura atomica

Gli atomi contengono tre tipi di particelle subatomiche: protoni, neutroni ed elettroni. I protoni portano una carica positiva, i neutroni una carica neutra e gli elettroni a carica negativa. I protoni e neutroni sono alloggiati nel nucleo centrale dell'atomo mentre gli elettroni esistono in orbitali fuori del nucleo. Poiché gli elementi non hanno una carica positiva o negativa, gli atomi all'interno devono avere un numero uguale di protoni ed elettroni per bilanciare in posizione neutra.

Numero atomica e peso atomico

La tavola periodica degli elementi è organizzato secondo numero atomico perché questa è la caratteristica più definizione degli elementi. Il numero atomico è il numero di protoni, che corrisponde anche il numero di elettroni. Ad esempio, kripton è etichettato con un numero atomico 36, che significa che ha 36 protoni e 36 elettroni.

Il numero di neutroni in un elemento può essere calcolata usando il peso atomico elencati. Intorno al peso atomico fino al numero intero più vicino, impostarla uguale al numero di protoni più il numero di neutroni e risolvere per il valore sconosciuto. Per Krypton, il peso atomico è 83.80. Tondo a 84 e impostare pari al 36 + n: 84 = 36 + n. Sottrarre 36 da entrambi i lati: 48 = neutroni.

Ioni e isotopi

Se viene aumentato il numero di elettroni in un atomo, l'atomo viene caricata negativamente. Se gli elettroni diminuiscono, l'atomo prende una carica positiva. Quando questo accade, l'elemento è rappresentato dalla sigla chimica seguita da un segno più o meno. Per esempio, quando sodio (Na) diventa positiva, è scritto Na +.

Se il numero di neutroni modifiche, la carica dell'elemento rimane la stessa ma diventa più instabile. Isotopi hanno spesso vita breve a causa della loro instabilità. Gli isotopi sono chiamati usando la stessa sigla quale l'elemento, seguita da un numero che rappresenta il numero di protoni più il numero di neutroni.

Cambiamento di protoni

Se un elemento è scritto con un segno più o meno lo seguono quando il numero di elettroni cambiano e con un trattino e una somma di protoni e neutroni, quando il numero di neutroni cambiamenti, come è un elemento scritto se il numero di protoni cambiare?

Non è scritto perché un cambiamento del numero di protoni modifica dell'elemento. Ad esempio, un atomo può essere chiamato solo un atomo di krypton se ha 36 protoni. Il numero atomico e il peso atomico di un elemento, due importanti caratteristiche di definizione, dipendono dal numero di protoni rimanere lo stesso. Aggiunta di un protone krypton creerebbe numero 37 nella tavola periodica, rubidio.