Gli effetti degli animali nella foresta pluviale

Gli effetti degli animali nella foresta pluviale


Foreste pluviali tropicali e temperate sono famosi per la loro diversità biologica e produttività. Nutriti da piogge abbondanti e temperature tutto l'anno relativamente stabili, queste collezioni di grandi alberi e vegetazione lussureggiante forniscono l'habitat e le risorse per una vasta gamma di animali. Quegli organismi hanno un ruolo nel plasmare il layout e la funzione delle foreste pluviali in cui abitano.

Foresta Architects

Gli effetti degli animali nella foresta pluviale

elefanti asiatici e africani elefanti della foresta costruiscono reti di sentieri nelle foreste tropicali.

Nelle foreste pluviali dell'Africa centrale, radure acquitrinose chiamati Bais sono magneti della fauna selvatica, attirando tutto da bongo antilope di gorilla di pianura occidentali. Tra i visitatori più influenti sono gli elefanti della foresta africana, una più piccola, più il ritiro relativa degli enormi elefanti cespuglio di savane, foreste del continente e semi-deserti. Gli elefanti visitano Bais per ottenere sostanze nutritive, rotolano e generalmente socializzare, e loro percorsi tra radure e gli altri siti di foraggiamento sono vere e proprie autostrade attraverso la fitta foresta. elefanti asiatici creano percorsi simili. Tali percorsi lungo utilizzato aggiungono diversità strutturale per la foresta pluviale e possono inoltre essere adottate dalle altre creature nei loro viaggi.

Le foreste pluviali olimpici

Gli effetti degli animali nella foresta pluviale

alce Roosevelt aiutano a mantenere un sottobosco aperto nelle foreste pluviali della penisola olimpica.

Le gamme costiere del Pacifico degli Stati Uniti nord-ovest, British Columbia e del sud-est dell'Alaska ospitano più grande tratto al mondo di foresta pluviale temperata. Una delle più singolari prospera sui fianchi occidentali delle Montagne Olimpiche sulla penisola olimpica di Washington occidentale. In una serie di valli fluviali montagna-alimentato, tra cui il Hoh, Queets, Quinalt e Bogachiel, boschetti epifite intriso di Sitka abete rosso, hemlock occidentale, Western Red-cedro, Douglas-abete, acero bigleaf e altri alberi riparano mandrie di Elk Roosevelt , la più grande delle sottospecie alce. Le popolazioni sane di alce mantengono un piano foresta aperta nelle foreste pluviali olimpici. navigazione pesante degli animali mantiene il groundcover e arioso sottobosco, creando un paesaggio cattedrale-come sotto gli alberi imponenti.

dispersione dei semi

Gli effetti degli animali nella foresta pluviale

gorilla di pianura occidentali sono dispersori significativi di semi in foreste pluviali dell'Africa centrale.

Secondo l'Elefante Ascolto Progetto, alberi da frutto in foreste pluviali dell'Africa centrale spesso tendono ad essere più abbondante lungo i sentieri elefante che all'interno di tratti senza sentieri, suggerendo l'importante funzione di semi-dispersione eseguita da animali frugivori. Un altro dispersore importante è il gorilla di pianura occidentale, che, mentre banchettando con frutta, ingerisce grandi quantità di semi che passano indenne attraverso le loro apparato digerente. In "African pioggia Ecologia e conservazione delle foreste," Tutin e Vedder notare che alcuni alberi da frutto spuntano in abbondanza in prossimità dei nidi gorilla, in cui le grandi scimmie cronicamente defecare. Nelle foreste pluviali delle Americhe tropicali, scimmie e uccelli sono tra il seme capo dispersori. Uno studio, pubblicato nel 2002 in "Biotropica", hanno dimostrato che le scimmie urlatrici rosse nel centro Amazzonia diffondono i semi di 137 specie di alberi.

Impollinazione

Gli effetti degli animali nella foresta pluviale

pipistrelli della frutta possono essere importanti impollinatori tropicali.

Insetti, uccelli, mammiferi e altre piante della foresta pluviale di servizio organismi su un altro aspetto della loro riproduzione: impollinazione i loro fiori. In foreste pluviali australiane, ad esempio, impollinatori sono le api, vespe, mosche, scarafaggi, hawkmoths, farfalle, uccelli e pipistrelli, tra le grandi specie chiamata volpi volanti. In foreste pluviali del Nuovo Mondo, i minuscoli colibrì, a lunga scadenza sono agenti importanti di impollinazione per una serie di piante da fiore.