Come collegare un potenziometro come un resistore variabile

Come collegare un potenziometro come un resistore variabile


Un resistore variabile consente una porzione di un circuito per avere una resistenza alterata dalla rotazione di una manopola, utile per applicazioni quali interruttori dimmer e controlli di temperatura sulla riscaldatori. Originariamente conosciuto come un reostato, il resistore variabile è un singolo componente, ma da allora è stato in gran parte sostituito dal potenziometro. Un potenziometro ( "pot") può essere collegato in molti altri usi, come un controllo di volume, ma può essere facilmente configurato per funzionare come un resistore variabile. Quando si seleziona un vaso da utilizzare come un resistore variabile, si ricordi che il suo rating indica la sua massima resistenza. Inoltre, pentole cono lineari hanno una risposta più precisa rispetto a vasi logaritmiche e sono più adatti per le applicazioni di resistore variabile.

istruzione

1 Identificare i terminali sul potenziometro. Con il palo verticale e morsetti rivolti verso voi, essi sono indicati come "1", "2" e "3" da sinistra a destra.

2 Saldare un filo al morsetto in linea "3" con la porzione del circuito si desidera che la resistenza variabile agire.

3 Tagliare un breve pezzo di filo e nastro circa un quarto di pollice off ciascuna estremità.

4 terminali salto "2" e "1" saldando il filo tra i due.

5 Saldare un filo dal morsetto "1" di nuovo al circuito di completare il percorso del segnale.

6 Utilizzare la manopola del potenziometro per variare la resistenza. A "0" la resistenza sarà trascurabile e al "10" il piatto funzionerà alla sua piena resistenza nominale.

Consigli e avvertenze

  • Lavorare attentamente con il saldatore. La sua elevata calore può causare gravi ustioni e il processo di saldatura produce fumi nocivi se inalati.