Quali fattori influenzano l'intensità del colore?

Quali fattori influenzano l'intensità del colore?


Il quaranta per cento o più del cervello umano è dedicata alla visione di trasformazione, e il colore è una grande parte di questo. Colore attira l'attenzione, imposta l'umore e suscita emozioni. Da inserzionisti di architetti agli artisti, le persone cercano di influenzare la percezione umana e il comportamento con il disegno a colori. Il colore è influenzato dalle lunghezze d'onda della luce catturata dall'occhio, ma ci sono anche le interazioni complesse che coinvolgono la chimica, la biologia e la psicologia.

Che cos'è il colore?

Quali fattori influenzano l'intensità del colore?

Quasi tutti i colori si incontrano nella vita quotidiana sono il risultato di molteplici lunghezze d'onda rilevati dagli occhi e interpretati dal cervello.

Il colore è la risposta del cervello ad una combinazione di potenza ottica diversa a diverse lunghezze d'onda. Nel 1931, la Commissione internazionale per l'illuminazione (CIE) ha sviluppato un quadro di riferimento per comprendere la risposta del colore umana: la tabella di colore CIE. La gamma di colori gli esseri umani possono vedere --- --- la gamma di colori è rappresentata come un ferro di cavallo inclinato sul grafico di colore CIE. C'è una procedura complessa per la conversione da lunghezze d'onda di colore percepito, ma il punto rilevante è che il cervello determina il colore pesata e combinando risposta dell'occhio di diverse lunghezze d'onda. Così le caratteristiche di colore sono determinate dalla risposta dell'occhio e il potere ottico presente a diverse lunghezze d'onda.

cromaticità

Quali fattori influenzano l'intensità del colore?

Lo spettro di potenza ottica del sole di mezzogiorno si diffonde in tutto lo spettro visibile --- creando bianca nel cervello umano.

Il primo componente che influenza il potere ottico presente in luce che colpisce la retina è la luce che illumina una scena. Ad esempio, a mezzogiorno luce solare sulla superficie della Terra ha più potenza a una lunghezza d'onda di circa 550 nanometri (550 miliardesimi di metro). Ma c'è un potere significativo presente in tutta la gamma di luce visibile, da circa 400 nm a 700 nm. L'effetto netto: lo spettro di potenza della luce solare sulla Terra a mezzogiorno viene interpretato dal cervello come luce bianca. Il colore appare una fonte di luce è chiamata la sua cromaticità. Il primo fattore nel determinare lo spettro di potenza ottica che entra nell'occhio è lo spettro di potenza ottica della sorgente di luce.

riflettanza

Quali fattori influenzano l'intensità del colore?

Oggetti assorbono alcune lunghezze d'onda della luce. Quelli non assorbono riflettono, per il cervello umano per interpretare il colore.

Naturalmente, gli esseri umani in genere non ricevono la luce solare direttamente nell'occhio --- almeno, non in un occhio che rimane intatto. Invece, oggetti illuminati dal sole riflettono la luce nell'occhio umano. Ma gli oggetti non riflettono tutti i colori allo stesso modo. Un oggetto rosso, per esempio, assorbe ogni colore tranne per il rosso, che riflette la luce rossa. Se non c'è la luce rossa --- per esempio, su un portico illuminato da una luce blu bug --- poi un oggetto rosso non riflette, e apparirà scuro. L'opposto è anche vero: se c'è la luce rossa, ma nessun oggetto rosso, poi la scena appare scuro. Quindi il secondo fattore determinante lo spettro di potenza ottica è la riflettanza di un oggetto.

risposta spettrale

In condizioni ben illuminate, come la luce del giorno o di una stanza illuminata artificialmente, l'occhio funziona rilevando variazioni di tre sostanze chimiche fotosensibili. Ciascuno dei prodotti chimici assorbe la luce in modo leggermente diverso. Una chimica assorbe più fortemente a lunghezze d'onda di colore bluastro, un altro a giallo verdastro e un altro a colore giallo rossastro. I tre prodotti chimici sono legati a cono cellule all'interno della retina dell'occhio. Ma tutto, non danno una risposta piatta. Cioè, la risposta ad un milliwatt di luce blu è molto inferiore rispetto alla risposta ad un milliwatt di luce gialla. Così il fattore finale che influenza l'intensità del colore è la risposta spettrale dell'occhio umano.

Nell'oscurità

C'è ancora una complicazione. La sezione precedente ha descritto la risposta dell'occhio in condizioni ben illuminati. Nel buio, la risposta dell'occhio cambia. Le cellule cono della retina chiuse, e le cellule asta si accendono. I bastoncelli hanno una diversa chimica fotosensibile, e risponde meglio alle più brevi, lunghezze d'onda più blu --- non sono sensibili al rosso a tutti. Quindi la risposta dell'occhio per uno spettro di potenza ottica cambierà molto bassa. Ma forse è più esatto dire che il colore scompare in condizioni di scarsa luce. Poiché c'è un solo tipo di sostanza chimica fotosensibile, il cervello non è in grado di distinguere tutti i colori quando è buio.