Che cosa fossili hanno a che fare con la teoria di Wegener?

Che cosa fossili hanno a che fare con la teoria di Wegener?


Alfred Wegener era un geofisico tedesco e metereologo che era un forte dei primi sostenitori della deriva dei continenti come una spiegazione per le somiglianze e le differenze tra i continenti geologici e biologici. Ha pubblicato la sua teoria in un articolo dal titolo "Die Entstehung der Kontinente" ( "L'origine delle Continenti") nel 1911. In questo, e molti altri documenti e libri, Wegener utilizzato evidenza dalla documentazione fossile per sostenere la sua teoria della deriva dei continenti .

Ispirazione

Wegener stava studiando fenomeni atmosferici globali che comportano sbalzi di temperatura e pressione in vari strati dell'atmosfera. Se si guarda a un atlante mondiale che ha mostrato che il Sud America e Africa hanno coste simili, sia a livello del mare ed a 200 piedi sotto il livello del mare al largo della costa, si ipotizza che non solo ci fossero i livelli di movimento in atmosfera, ma anche in i continenti stessi. Egli non ha perseguito la sua ipotesi fino al più tardi quello stesso anno, quando ha letto le correlazioni tra i fossili che sono stati trovati sia in Africa e Sud America, fossili di specie che non poteva hanno attraversato un oceano esistente.

Prova

Due fossili, in particolare, servito da una buona prova per l'idea che i continenti sono stati una volta uniti, ma da allora sono separati: Glossopteris e Mesosaurus. Glossopteris è una pianta seme che è apparso improvvisamente durante il periodo Permiano e si è diffuso rapidamente in tutta Gondwana, la massa, che in seguito divenne il Sud America, l'Australia, l'Africa e l'Antartide. Glossopteris poi sperimentato una relativamente rapida estinzione alla fine del Triassico. L'ampia distribuzione di Glossopteris in continenti diversi nello stesso punto nella documentazione fossile prestato sostegno all'idea che questi continenti ormai separati sono stati una volta uniti. I fossili di Mesosaurus, un rettile marino più antico di dinosauri, si trovano anche in entrambe Sud America e Sud Africa, e forniscono ulteriori prove di collegamenti terrestri passati.

ulteriore conferma

Mentre il fenomeno del decadimento radioattivo era noto sin dalla fine del 19 ° secolo, moderni laboratori sono in grado di rocce e fossili di data molto più accurato rispetto al passato. Ulteriori prove moderno circa l'età dei fossili in continenti diversi non fa che aumentare la credibilità della teoria di Wegener. Come pure, rocce cavati dai ghiacciai sono inoltre coerenti attraverso i continenti e di fornire un altro tipo di prove geologiche che si inserisce cronologicamente con prove fossili di connessioni del passato tra i continenti.

Contrasto con organismi viventi

Trovare le somiglianze tra i reperti fossili in continenti diversi fornisce la prova per la teoria secondo la quale i continenti attuali erano una volta collegati. Il fatto che la vita in ogni continente è ora distinta è un altro tipo di prove. Questo suggerisce che il movimento dei continenti è piuttosto lento e mentre ciascuna iniziato con gli stessi tipi di piante o animali, cambiamenti di posizione e quindi il clima messo diverse sollecitazioni evolutivi in ​​ogni continente. Il risultato è stato che gli antichi animali sottoposti evoluzione divergente; si sono evoluti in creature diverse su ogni continente.