Che tipo di elemento è Elio?

Che tipo di elemento è Elio?


L'elemento di elio è uno dei gas nobili elencati nella colonna 18 - ex colonna VIIIA - della tavola periodica degli elementi. Perché è meno denso dell'aria, questo gas non reattivo, incolore e inodore fornisce comunemente galleggiabilità per palloncini per bambini e dirigibili giganti. Nel suo stato liquido sottoraffreddato, l'elio ha un ruolo importante nella risonanza magnetica, che permette ai medici di diagnosticare malattie che in precedenza richiedevano un intervento chirurgico esplorativo.

Struttura atomica

L'elio ha due protoni nel suo nucleo. Nel suo stato neutro, ha due elettroni nel suo nuvola elettronica. L'isotopo dell'elio più comune, elio-4, ha due neutroni. Elio-3 è l'unico altro isotopo dell'elio stabile; contiene un neutrone, e rappresenta circa uno su ogni milione di atomi di elio nell'atmosfera terrestre.

Gas nobile

L'elio è il primo e più leggero dei gas nobili, e quindi appare nella parte superiore della colonna di destra della tabella periodica. Come altri gas nobili, elio ha un guscio elettronico esterno pieno, il che significa che non forma facilmente composti. Sulla Terra, l'elio si verifica come sostanza pura, ed è commercialmente prodotta da depositi di gas naturale.

Energia di Sun

Sebbene la quantità di elio nella crosta ed atmosfera terrestre è relativamente piccola, l'elio è un componente importante dell'universo conosciuto. Stelle, tra cui il sole, producono elio attraverso la fusione di idrogeno, che rilascia enormi quantità di energia. Come stelle vicine alla fine della loro vita e delle loro riserve di combustibile di idrogeno esaurito, l'elio fonde a formare elementi più pesanti, come carbonio e ossigeno.

Scoperta

Dal momento che l'elio non è in grado formare composti, la sua scoperta eluso chimici fino al 1868, quando l'astronomo francese Pierre-Jules-César Janssen osservata un'anomalia nello spettro del sole durante un'eclissi solare. Nel 1870, l'astronomo inglese Sir Norman Lockyer identificato questa anomalia come nuovo elemento, e deriva il suo nome da "Helios", la parola greca per il sole.