Animali mortali che vivono nella foresta pluviale



Più della metà delle piante, animali e insetti del mondo vive nelle foreste pluviali del pianeta. Brulicante di vita, molti animali della foresta pluviale si sono adattati al loro ambiente, diventando cacciatori forti, potenti o velenosi. Gli scienziati ritengono che le foreste pluviali ospitano tante specie di animali, perché sono l'ecosistema più antico sulla terra, le temperature sono costanti compresa tra 75 e 80 gradi e l'acqua è abbondante. Alcuni animali della foresta pluviale mortali sono i grandi felini, serpenti velenosi o costrittivi, ragni velenosi, e rane e pesci con denti affilati come rasoi.

Big Cats

Animali mortali che vivono nella foresta pluviale

Jaguar sono chiamati da un nativo americano frase significato, "colui che uccide con un salto."

Trovato nelle foreste pluviali del Sudest asiatico, la tigre del Bengala è stato conosciuto per uccidere esseri umani in condizioni estreme. Anche se evitano generale le persone, le tigri malati o feriti, o quelli che vivono in zone con poco preda, può diventare mangiatori di uomini. Sono animali forti e potenti che caccia di bufala, cinghiali, cervi e altri grandi mammiferi durante la notte. Usando i loro cappotti a strisce come camuffamento, si nascondono dal loro vittime e balzare con una molla rapido. Si possono mangiare fino a 60 libbre (27kgs) in una sola notte.

Vivere in foreste pluviali del Sud America, giaguari sono gatti potenti e veloci. Il loro nome deriva dalla parola dei nativi americani yaguar, che significa "colui che uccide con un balzo", secondo il National Geographic. Usano le loro abilità di nuoto per la cattura di pesci, tartarughe e caimani e la loro velocità su terra per cacciare cervi, pecari, capibara e tapiri. Una delle loro tecniche di caccia è a balzare sulla preda da un albero e uccidere con un morso schiacciamento al cranio. Jaguar hanno fatto nemici di allevatori come a volte cacciano il loro bestiame. I gatti sono spesso uccisi nel tentativo di proteggere il bestiame.

serpenti

Animali mortali che vivono nella foresta pluviale

più grande serpente del mondo, l'anaconda, uccide asfissiante la sua preda.

L'Anaconda verde, che si trova nella foresta amazzonica, è il più grande serpente del mondo e può pesare più di 550 libbre (250kgs). La sua dieta consiste di selvatici maiali, cervi, uccelli, tartarughe, capibara, caimani e può anche uccidere un giaguaro. Questo serpente mortale non ha veleno, ma uccide avvolgimento intorno alla sua preda e stringendo i muscoli potenti per asfissiare esso. Con i loro legamenti mascella elastici, possono ingoiare tutta la loro preda.

L'Amazzonia serpente foresta corallo è uno dei serpenti più velenosi al mondo. Si tratta di un bel rosso brillante, giallo e nero e solo esce a caccia di notte. serpenti corallo hanno una coppia di zanne brevi che usano per emettere il veleno con un veleno neurotossico che paralizza la preda, arrestando il loro sistema respiratorio e uccidendo in pochi secondi. Si nutre di uccelli, lucertole, anfibi e altri serpenti.

La lancia de Fer è trovato nelle foreste pluviali dal Venezuela attraverso il nord dell'Argentina, tra cui la brasiliana. Può crescere fino a 7 ½ piedi (2,9 milioni) di lunghezza e il suo morso velenoso contiene il doppio di quanto il veleno necessario per uccidere un essere umano. Questo serpente notturno nutre di piccoli uccelli e roditori sul pavimento della foresta.

ragni

Animali mortali che vivono nella foresta pluviale

Tarantole iniettano le loro vittime con un veleno paralizzante.

Il ragno brasiliano errante, o banana ragno, è un ragno velenoso altamente trovato nelle foreste pluviali tropicali del Sud e Centro America. Prende il nome dalla sua abitudine vagare in quanto non girare ragnatele e semplicemente aspettare che la sua preda. La dimensione di un piccolo topo, il veleno del ragno è due volte più potente come il Black Widow del. Estremamente veloce e aggressivo, questi ragni mangiano grilli, altri grossi insetti, piccole lucertole e topi.

Tarantole sono di casa in Amazzonia e le foreste pluviali australiane, e si nutrono di rane, topi e lucertole. Tarantole non spin ragnatele per intrappolare le loro vittime, ma si nascondono in tane e afferrare la preda quando passano. Si iniettano un veleno paralizzante dalle loro zanne e poi secernono un enzima digestivo che trasforma le loro prede in un liquido che si può aspirare. Come il loro veleno non è sufficiente mortale per danneggiare le persone, sono diventati animali domestici popolari.

Rane e pesci

Animali mortali che vivono nella foresta pluviale

Una Rana freccia potrebbe uccidere 100 esseri umani.

La rana freccia avvelenata produce il veleno più potente conosciuta dall'uomo e il veleno una rana può uccidere fino a 100 persone. Trovato in foreste pluviali del Centro e Sud America, queste piccole rane, dai colori vivaci sono stati apprezzati dai cacciatori indigeni come fonte di veleno da utilizzare sulle punte delle loro frecce. Essi possono essere di colore giallo, blu, rame, rosso, verde o nero ed i loro colori brillanti mettere in guardia i potenziali predatori fuori. Si pensa che il veleno sulla loro pelle viene da veleni vegetali consumati dal loro prede, che comprende formiche, termiti e coleotteri.

Piranhas, vivono nel Rio delle Amazzoni e hanno potenti mascelle e denti triangolari che brandello carne dalle ossa in pochi secondi. piranha bambino mangia crostacei, frutti, semi e piante acquatiche e presto si muovono su pesci più grandi che mangiano vivo. Essi sono stati anche noto per mangiare i propri figli. Le specie più aggressive, il piranha Rosso-gonfiato, saranno anche mangiare bestiame che chinarsi a bere nel fiume. I loro denti sono estremamente nitide e sono utilizzati dalle popolazioni indigene per rendere gli strumenti e le armi.