Caratteristiche comuni di cristalli naturali

Caratteristiche comuni di cristalli naturali


I cristalli sono, sostanze solide omologhi, il che significa che gli atomi, molecole e ioni confezionati nelle loro celle unitarie possono variare, mentre le loro strutture restano simili. Secondo New Mexico State University, le celle elementari che compongono formano cristalli regolare, ripetere i motivi geometrici noti come reticoli, che sono disposti in configurazioni tridimensionali. E mentre le forme, dimensioni, colori e altre proprietà di cristalli possono variare, tutti condividono alcune caratteristiche comuni.

celle unitarie

Tutti i cristalli sono costituiti da celle unitarie. Secondo Haverford College, i costituenti di una cella unitaria --- se sono atomi, molecole o ioni --- devono rispecchiare la formula empirica del cristallo stesso. Ad esempio, dal biossido di magnesio (MnO2) presenta un rapporto tra un atomo di magnesio per due atomi di ossigeno, una cella elementare di MnO2 manterrà tale stesso rapporto.

L'efficienza di imballaggio

Imballaggio efficienza si riferisce alla percentuale o frazione di cella unitaria cristallo che è in realtà costituito da atomi (o molecole o ioni). Secondo il New Mexico State University, tutte le celle elementari hanno imballando efficienze che sono meno di 100 per cento, perché ci sarà sempre qualche spazio vuoto tra gli atomi (a causa della loro natura sferica).

Simmetria

Secondo New Mexico State University, il principio fondamentale di un reticolo cristallino è che è simmetrica. Questo costringe simmetria celle unitarie in alcune forme, come rettangoli, quadrati ed esagoni, in modo che non ci sono spazi di sovrapposizione o di avanzi. Secondo Haverford College, cristalli possiedono anche la simmetria traslazionale, che si possono osservare a livello atomico. Questo significa che è possibile spostare i cristalli in certe direzioni, a certe distanze e verranno visualizzati come se non si sono spostati a tutti.

Brillare

Molte persone associano i cristalli con l'essere lucido. Secondo Haverford College), cristalli di ottenere il loro splendore distintivo da loro superfici esterne incredibilmente piane chiamati sfaccettature, che sono forti riflettori di luce.

Fragilità

Secondo Haverford College, la maggior parte dei cristalli tendono ad essere più fragili (e quindi più inclini a cracking) rispetto ai non-cristallini o amorfi solidi, come la plastica. Cristalli tipicamente crepa lungo le loro sfaccettature, così tutti i pezzi che si staccano avranno superfici parallele al sfaccettature del cristallo originale.

Lento-Forming

I solidi sono più probabilità di diventare cristallino --- e formare cristalli più grandi --- quando sono lenti che formano, come ad esempio dal raffreddamento lento e condensazione di un fluido. Ciò è dovuto al preciso ordine che gli atomi devono diventare sistemato in, che richiede molto tempo.