Quali sostanze chimiche sono utilizzate per stabilizzare fossili?

Quali sostanze chimiche sono utilizzate per stabilizzare fossili?


La University of Nebraska State Museum indica che l'aspetto più critico della conservazione dei fossili, il consolidamento (stabilizzando il fossile), è anche uno degli aspetti più fraintesi della conservazione dei fossili. Molti pensano che un semplice lacca è sufficiente, ma questo lascia solo il decadimento all'interno, mentre l'indurimento dall'esterno. Una soluzione permeante che si indurisce all'interno del fossile prima è una scelta più appropriata.

Bianco Shellac

Quali sostanze chimiche sono utilizzate per stabilizzare fossili?

gommalacca bianco è stato utilizzato per stabilizzare fossili.

Un composto di gommalacca bianco e alcool denaturato (diluito in rapporto 1-6) è la miscela di standby paleontologi tutto il mondo per molti anni. In anni recenti, tuttavia, è caduto fuori uso a causa di una grande varietà di composti moderni che sono più facilmente disponibili.

acetato di polivinile

Anche noto come Vinac B-15, quattro once di polivinilacetato per gallone di acetone crea una soluzione nota come consolidante resina o indurente. Il Dipartimento di Paleontologia dei Vertebrati presso il Museo di Storia Naturale della Florida indica che potrebbe essere caduta in disuso e sostituito con Acryloid B-72, perché è meno flessibile.

polivinilbutirrale

Conosciuto anche come Butvar, polivinilbutirrale è uno dei consolidanti predominanti paleontologi uso oggi. Il FLMNH suggerisce che consolidanti resina quali Butvar sono i più utilizzati sui fossili a secco, in quanto l'umidità può ostacolare il corretto assorbimento del consolidante dal fossile.

Acryloid B-72

Come Butvar, Acryloid-B-72 viene utilizzato al meglio su fossili a secco ed è un consolidante resina. Acryloid B-72 e Butvar insieme costituiscono le due consolidanti resina pura di uso più frequente.

PVA emulsioni

acetato di polivinile comune (PVA) emulsioni sono Rhoplex AC33, AYAF della Union Carbide e CM legame M3. Il FLMNH sconsiglia l'uso di emulsioni PVA su qualsiasi campione secco. A causa delle difficoltà con troppo l'essiccazione dell'emulsione sulla parte esterna senza penetrare il fossile, e danni da raggi UV, consolidanti resina sono una scelta migliore. Per l'uso con i fossili inumidito o bagnato, tuttavia, è comune per diluire 15 a 20 parti PVA emulsione in dall'80 all'85 parti di acqua.