Lungo termine effetti negativi della media violenza sui bambini

Lungo termine effetti negativi della media violenza sui bambini


Mai prima d'ora i bambini avevano così tanti modi per visualizzare immagini violente. TV satellitare, Internet, videogiochi e anche telefoni cellulari dare ai bambini di tutte le età un facile accesso ai contenuti inquietante che possono passare rapidamente insieme ai loro amici. In una revisione globale di ricerca sugli effetti a lungo termine della violenza nei media, L. Rowell Huesmann, Ph.D., conclude che l'influenza negativa dei media è un problema significativo che deve essere affrontato.

differenze di genere

I ricercatori definiscono "aggressione" come un comportamento che ha lo scopo di ferire o provocare qualcun altro. Anche se i ragazzi vengono in mente più spesso quando l'aggressività infantile è discusso, le ragazze sono ugualmente in grado di dimostrarlo. La differenza è nel metodo. I ragazzi sono più propensi a mostrare la loro aggressione fisica, a partire da una scazzottata quando si sentono torto, per esempio. Le ragazze mostrano aggressività in modi relazionali - attraverso pettegolezzi, insulti e shunning. Lyn Mikel Brown, professore di educazione e sviluppo umano in Maine Colby College, ritiene che la discussione della violenza nei media dovrebbe includere l'effetto di "Mean Girls", reality show che glamorize bullismo e pugnalate alle spalle.

Il potere della mimica

Il mimetismo è una parte naturale di sviluppo infantile. I bambini sono condizionati ad agire certi modi imitando coloro che li circondano. Essi interiorizzare gli script per i comportamenti che osservano, se tali comportamenti sono stati osservati nella vita reale o media. Queste memorie embedded rendono possibile l'imitazione di comportamenti di continuare per lungo tempo dopo l'osservazione iniziale.

desensibilizzazione

Quando i bambini sono regolarmente esposti alla violenza nei media, diventano insensibili ad esso, inclinazione loro visione del mondo e che li rende meno in grado di capire quali comportamenti sono accettabili e quali no. Ogni tempo che i bambini giocano un videogioco violento, si sentono meno paura o disgusto che si sono sentiti il ​​tempo prima. Questa desensibilizzazione trasporta oltre al proprio comportamento. Le emozioni negative che dovrebbero essere collegati alla pianificazione o di commettere un atto violento diventano progressivamente più deboli.

Le preoccupazioni particolari per i videogiochi

Quando i bambini giocano i videogiochi, non sono solo a guardare la violenza, che sono, in un certo senso, partecipando attivamente. Poiché l'obiettivo di giochi violenti è quello di uccidere tutti gli altri, le emozioni positive di vincita sono collegati nella mente del giocatore alla violenza sullo schermo. Questo rende i videogiochi la forma più probabile di mezzi per causare un aumento duraturo nel comportamento violento.

Strategie per i genitori

Nessun genitore vorrebbe il suo bambino a crescere in un brutto quartiere, ma Huesmann suggerisce che la tecnologia attuale consente ai bambini di accedere facilmente a una "cattiva strada virtuale" ogni volta che lo desiderano. Ancora, i genitori hanno molte opzioni per il monitoraggio l'accesso dei bambini ai media. Prendendo televisori e computer fuori della camera da letto di un bambino è un buon primo passo. conversazioni familiari preziosi possono provenire da guardare programmi TV insieme e parlare dei messaggi inviati. I genitori devono anche tenere il passo con i progressi dei media e educare se stessi in merito al contenuto della programmazione che entra nella loro casa.